Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII Santi

Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII santi il 27 aprile 2014

La data scelta non è casuale: in quel giorno la Chiesa celebra la festa della divina misericordia istituita da Wojtyla.

Lo ha annunciato lo stesso Bergoglio nel suo primo concistoro con i cardinali presenti a Roma.

Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII Santi il 27 aprile 2014
Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII

Per il Pontefice argentino canonizzare insieme Roncalli e Wojtyla è “un messaggio alla Chiesa: questi due sono bravi. Ma – ricorda il Papa – ci sono in corso anche le cause di beatificazione di Paolo VI e di Albino Luciani“.

Per Francesco, Roncalli “è un po’ la figura del ‘prete di campagna’, il prete che ama e sa curare ognuno dei fedeli e questo lo ha fatto da vescovo e da nunzio. Un mite, un umile, anche uno che si preoccupava per i poveri”. Francesco ha sottolineato anche la grande intuizione di Roncalli di indire il Concilio Ecumenico Vaticano II.

Un grande missionario della Chiesa” è, invece, la definizione che Francesco dà di Wojtyla. “Giovanni Paolo II è un missionario, un uomo che ha portato il Vangelo dappertutto. Ha viaggiato tanto. Sentiva il fuoco di portare avanti la parola del Signore. È un san Paolo, è un uomo così; questo per me è grande”.

Per il “Papa buono” Bergoglio ha approvato un percorso privilegiato dispensando la sua canonizzazione dal riconoscimento di un secondo miracolo. A condurre Wojtyla alla santità è invece la guarigione straordinaria della costaricana Floribeth Mora Díaz, completamente ristabilita da una grave forma di aneurisma