Gli ostelli di Lombardia costellano anche le Vie sacre

ostelliPer ora sono cinquantadue, ma si mira a raggiungere gli ottanta, 2.300 i posti letto disponibili e oltre 180.000 le presenze nel 2012. E’ questa la carta di identità della rete degli ostelli di Lombardia, ben ramificata e al servizio di diversi percorsi. Tra i dieci itinerari turistici regionali, individuati dal Touring club, c’è pure, ad esempio, il “Cammino di Sant’Agostino e la “Via Francigena”. Anche i pellegrini quindi possono avvalersi delle offerte garantite da queste strutture. Anzi, qualcuna di esse è pure gestita da enti ecclesiastici.

Per il 2013 il programma di rilancio di questi punti di sosta è assai ricco e dedicato a un turismo sostenibile, a basso costo, rivolto a giovani e famiglie.

A partire da questo mese di gennaio, come spiegato in una conferenza stampa, ci saranno: un road show in 4 città lombarde; un concorso dedicato alla promozione degli ostelli; la partecipazione alla Borsa italiana del turismo e un corposo calendario di eventi per tutto l’anno.

STRUTTURE DI QUALITÀ – “Sugli Ostelli – ha detto l’assessore regionale – Regione Lombardia ha da sempre avuto una particolare attenzione: basti pensare che, dal 2009, sono stati investiti 23 milioni di euro. Dobbiamo far capire alla gente che le nostre strutture sono di altissima qualità e che, nel giro di pochi mesi, avranno tutti un’elevata certificazione europea e, per alcuni versi, soddisferanno standard superiori alle altre realtà internazionali. Basti pensare che oltre il 90 per cento delle camere dispone di bagno privato e che il prezzo si aggira intorno ai 30 euro. Vogliamo proporre i nostri ostelli non solo ai giovani, ma anche alle famiglie che cercano un’alternativa di qualità agli alberghi tradizionali”.

LE INIZIATIVE IN CAMPO – Il road show coinvolgerà le città di Como (26 gennaio), Brescia (2 febbraio), Mantova (9 febbraio) e Milano (11 febbraio). Nelle piazze cittadine saranno allestiti stand per distribuire materiali informativi sulla rete degli ostelli e offrire degustazioni di prodotti tipici del territorio lombardo, in collaborazione con i produttori locali. A supporto dell’iniziativa è stato anche ideato un concorso, che sarà veicolato con una cartolina da compilare e consegnare presso lo stand di Hostel Lombardia alla Bit, per partecipare all’estrazione del premio finale: un buono di pernottamento in uno degli ostelli della rete, valido per due notti per due persone, in camera privata e prima colazione inclusa. Durante i giorni della Borsa internazionale del turismo (Rho/Pero – 14/17 febbraio), operatori del settore e utenti potranno conoscere, presso lo stand, i percorsi e gli oltre 50 ostelli a oggi già attivi in tutta la regione.

80 OSTELLI ENTRO L’EXPO – Secondo le attuali previsioni di crescita, entro il 2015, anno dell’Expo, in Lombardia ci saranno 80 ostelli, con una capacità di 3.000 posti letto e la possibilità di arrivare a 500.000 presenze. Gli ostelli lombardi, oltre a dare accoglienza, offrono anche la possibilità di usufruire di numerosi percorsi e attività per il tempo libero, identificati in collaborazione con il Touring club italiano, per consentire agli utenti di scoprire il vasto patrimonio paesaggistico, culturale, religioso ed enogastronomico della Lombardia.

GLI ITINERARI PROPOSTI – Il Touring club italiano ha individuato a oggi ben 10 itinerari turistici: ‘il Cammino di Sant’Agostino’, ‘la Via Francigena’, ‘i Parchi di Lombardia’, ‘le Strade dei vini e dei sapori’, ‘Da lago a lago’, ‘Valtellina e Valchiavenna a tutto sport’, ‘Benessere e terme nella provincia di Bergamo’, ‘Oltrepo Pavese da gustare’, ‘Arte, letteratura e musica tra Cremona e Mantova’ e ‘Natura e Archeologia in Valcamonica’.

GLI OSTELLI GIÀ ATTIVI – Nel dettaglio l’elenco delle strutture già operative divise per provincia:

PROVINCIA DI BERGAMO

Central Hostel (Bergamo)

Ostello Ca’ Matta (Ponteranica)

Ostello del porto (Lovere)

Ostello della gioventù (Bergamo)

Ostello della gioventù Casa Corti (Valbondione)

Ostello delle Tre Corone (Trescore Balneario)

Ostello di Cassiglio (Cassiglio)

Ostello il sentiero (Corna Imagna)

Ostello Molino di Basso (Torre Pallavicina)

Ostello sull’Adda (Villa d’Adda)

Ostello Concarena (Ono San Pietro)

PROVINCIA DI BRESCIA

Angolo da scoprire (Angolo Terme)

Casa del parco dell’Adamello (Vezza d’Oglio)

Ostello Casa del Parco (Cevo)

Ostello Casthello (Breno)

Ostello del Pittore (Paspardo)

Ostello della gioventù (Cimbergo)

Università della vela (Tremosine)

Ostello di Vallio (Vallio Terme)

PROVINCIA DI COMO

Ostello La Primula (Menaggio)

Ostello Villa Olmo (Como)

Parco regionale Spina Verde (Como)

PROVINCIA DI CREMONA

L’Archetto (Cremona)

Parrocchia SS. Pietro e Paolo (Motta Baluffi)

Ostello Araldi (Rivarolo del Re)

PROVINCIA DI LECCO

Molinatto 2000 srl (Oggiono)

PROVINCIA DI LODI

Ostello di Borghetto (Borghetto Lodigiano)

PROVINCIA DI MANTOVA

Ostello del Mincio (Rivalta sul Mincio)

Ostello Orizzonti Verdi (Villastrada)

Ostello Bortolino (Viadana)

PROVINCIA DI MILANO

La Sosta Solidale (Milano)

New Moon resort (Milano)

Ostello Aig Piero Rotta (Milano)

Ostello Bello (Milano)

Ostello la Cordata (Milano)

Ostello Olinda (Milano)

The Monastery Hostel Resort (Milano)

Zebra Hostel (Milano)

Hostel Colours (Milano)

Ostello Cuccagna (Milano)

PROVINCIA DI MONZA E BRIANZA

Ostello Santa Maria delle Grazie (Monza)

PROVINCIA DI PAVIA

La Penicina (Casamatti di Romagnese)

Ostello della gioventù adolescere (Voghera)

Ostello S. Maria in Betlem (Pavia)

Ostello Cascina Venara (Zerbolò)

Ostello Artemista (Spessa Po)

Ostello di Roncaro (Roncaro)

Ostello di Pieve Porto Morone (Pieve Porto Morone)

PROVINCIA DI SONDRIO

Ostello al Deserto (Chiavenna)

Il Seicento (Sernio)

PROVINCIA DI VARESE

Ostello White Fox (Besozzo)

Ostello Villa Cagnola (Gazzada)

Per conoscere tutti gli ostelli e i percorsi turistici dedicati, visitare il sito http://www.hostellombardia.net