GIOVANNI XXIII

Luoghi e Cammini di Fede n° 5 Maggio 2013

n 5 Maggio 2013N° 5 Maggio 2013

50° GIOVANNI XXIII SOTTO IL MONTE
Editoriale a cura di Maurizio Boiocchi

L’ 11 ottobre 1962, piazza San Pietro era gremita di fedeli. In occasione della serata di apertura del Concilio il popolo si era riunito ed a gran voce chiamava il Santo Padre ad affacciarsi.
Papa Roncalli tra la sorpresa dei fedeli, si sporse davvero, condividendo con la piazza la soddisfazione per l’apertura dello storico Concilio Vaticano II °.Il discorso, fatto assolutamente a braccio, fu dolce, semplice come era fondamentalmente Giovanni XXIII°: «Cari figlioli, sento le vostre voci. La mia è una voce sola, ma riassume la voce del mondo intero. Qui tutto il mondo è rappresentato. Si direbbe che persino la luna si è affrettata stasera, osservatela in alto, a guardare a questo spettacolo».
E poi ancora: «La mia persona conta niente, è un fratello che parla a voi, diventato padre per volontà di Nostro Signore, ma tutti insieme paternità e fraternità e grazia di Dio… facciamo onore alle impressioni di questa sera, che siano sempre i nostri sentimenti, come ora li esprimiamo davanti al Cielo, e davanti alla Terra: Fede, Speranza, Carità, Amore di Dio, Amore dei Fratelli. E poi tutti insieme, aiutati così, nella santa pace del Signore, alle opere del Bene».
Ed a chiudere quella che sarebbe rimasta per sempre forse la frase più amata dal suo popolo: «Tornando a casa, troverete i bambini. Date una carezza ai vostri bambini e dite: questa è la carezza del Papa. Troverete qualche lacrima da asciugare, dite una parola buona: il Papa è con noi, specialmente nelle ore della tristezza e dell’amarezza».

Pochi mesi dopo il Signore lo avrebbe richiamato al suo fianco nei cieli.
L’eredità lasciataci da Papa Giovanni è spiritualmente immensa e quest’anno a Sotto il Monte, suo paese natale, l’impegno per ricordare il 50° anniversario della sua morte, che cadrà il 3 giugno, è assolutamente notevole ed importante.
Nelle pagine che seguono il parroco di Sotto il Monte, Monsignor Claudio Dolcini, traccerà il percorso di fede che si è voluto sviluppare per ricordare le parole e le gesta di Giovanni XXIII .
Ricordo con grande emozione la carezza che mia mamma da piccolo mi dava ogni sera ricordando quelle semplici ma assolutamente meravigliose parole…

Maurizio Arturo Boiocchi
Direttore Responsabile