Pellegrinaggi: da domani 30 detenuti in cammino verso Roma

detenutiTre pellegrinaggi: trenta detenuti sulla Via Francigena, sulla Via Francigena del Sud e sulla Via Amerina, nella speranza che “la possibilità di misurarsi con la fatica, l’impegno, l’accoglienza, la solidarietà, possa diffondersi come percorso rieducativo dei detenuti e tappa del loro reinserimento nella società”. Per la seconda volta in Italia la Confraternita di San Jacopo di Compostella ( www.confraternitadisanjacopo.it ) organizza, dopo la positiva esperienza del 2011, tre pellegrinaggi per far vivere a trenta detenuti un’esperienza utile al loro reinserimento nella società.

Tre percorsi differenti di sette giorni, dieci detenuti per ognuno, accompagnati da esperti confratelli pellegrini. Partenza per tutti domani, rispettivamente da Radicofani (Siena), Montecassino (Frosinone) e Assisi.

L’arrivo è previsto per tutti mercoledì 12 giugno a Roma, in piazza S. Pietro, per l’udienza con Papa Francesco. L’iniziativa nasce dalla collaborazione tra la Confraternita di San Jacopo di Compostella, il Tribunale di sorveglianza di Roma e il Provveditorato regionale Amministrazione penitenziaria del Lazio.

A guidare i gruppi Monica D’Atti, Maurizio Ciocchetti e Giancarlo Guerrini. Coordinerà l’iniziativa il rettore della Confraternita Paolo Caucci von Sauckenry.

In occasione del pellegrinaggio da Montecassino sarà inaugurata la via di Santa Scolastica.