Archivi tag: La Rivista

Rivista Luoghi e Cammini di Fede

Luoghi e Cammini di Fede N° 25 Ottobre 2016: Tesori di Lombardia

Tesori di Lombardia

Cari lettori ben ritrovati.

Riprendiamo dopo questa calda estate l’attività di pubblicazione della nostra rivista che, come già precedentemente accennato, anche quest’anno vedrà una serie di edizioni, tre per la precisione, a carattere monografico.

Dunque il 2016 come anno di chiusura del Giubileo Straordinario della Misericordia previsto per il prossimo 20 novembre ma, ancora sino a tutto il 2016, ANNO NAZIONALE DEI CAMMINI D’ITALIA.

Dicevamo una fantastica opportunità nell’identificare una occasione unica di evangelizzazione che abbina la grande attrattività dei percorsi storici della fede al passaggio delle Porte Sante in essi contenute e definite.

Nell’ottica di una piena valorizzazione del patrimonio ecclesiastico italiano, in questo numero abbiamo voluto evidenziare sette siti storici tra le “attrattive” religiose lombarde che saranno presto oggetto di una intensa attività di promozione de parte di Explora S.c.p.a, società partecipata da Regione Lombardia, da Camera di commercio di Milano e da Unioncamere Lombardia.

Un’attività di promozione che ben orienta il “potenziale” pellegrino o turista religioso, ad una scelta ragionata e ponderata dell’immenso patrimonio dei beni culturali ecclesiastici.

Buona lettura a tutti ed arrivederci al prossimo numero… con una grande sorpresa.

Luoghi e Camini di Fede N° 24 Maggio 2016

Cari amici lettori ben ritrovati.

Riprendiamo con grande piacere l’attività di pubblicazione della nostra rivista che anche quest’anno vedrà una serie di edizioni, tre per la precisione, a carattere monografico.

Ci siamo lasciati alle spalle il 2015, anno dedicato all’Esposizione Universale EXPO 2015.

Già nel nostro ultimo numero avevamo introdotto una serie di articoli dedicati all’apertura del Giubileo Straordinario della Misericordia, avvenuto lo scorso 8 dicembre 2015.

In realtà, lo scorso 24 ottobre, come summa del convegno “I CAMMINI INCONTRANO IL GIUBILEO” tenutosi a Roma, nella Biblioteca di Castel Sant’Angelo, il Ministro Dario Franceschini (MIBACT) ha proclamato ufficialmente il 2016 come ANNO NAZIONALE DEI CAMMINI D’ITALIA.

Il 2016 vede quindi la fantastica opportunità nell’identificare una occasione unica di evangelizzazione che abbina la grande attrattività dei percorsi storici della fede al passaggio delle Porte Sante in essi contenute e definite.

Ci è sembrato quindi opportuno presentare questo nuovo numero con la Direttiva a firma dello stesso Ministro Franceschini e con una proposta di tre opportunità di valorizzazione di percorsi che sviluppano nel Nord, nel centro e nel Sud della nostra splendida penisola.

Un anno molto interessante dunque, che potrebbe vedere a breve la ricostituzione di un importante “strumento” di lavoro, quell’Osservatorio del Turismo Religioso della Conferenza Episcopale Italiana, fermo ormai al 2005 e che vede il borgo di Corinaldo, paese natale di Santa Maria Goretti, tra i siti più accreditati per la collocazione e la ripresa dell’attività di monitoraggio della domanda e dell’offerta del Turismo Religioso e del Pellegrinaggio sul territorio italiano.

Riprendiamo quindi il nostro percorso.

Buona lettura a tutti.

Luoghi e Cammini di Fede N.20 Novembre Dicembre 2014

Sulle Vie dei Papi

N.20 Novembre Dicembre 2014

Stiamo lentamente andando ormai verso la fine dell’anno.

Un anno caratterizzato da tanti eventi.

Quelli che noi consideriamo come i più importanti hanno però due date che si sono fissate in modo indelebile nella memoria del popolo cristiano: il 27 di aprile ed il 19 di ottobre.

La mattina del 27 aprile la lunga attesa è finita.

Papa Giovanni XXIII e Papa Giovanni Paolo II diventano santi.

Una data destinata a restare nella storia.

Una Roma “blindata” è quella che si apre ai pellegrini ma tutto avviene nel massimo della discrezione e compostezza.

Già solo il numero di autorità presenti dà il polso della eccezionalità dell’evento. A Piazza san Pietro saranno presenti contemporaneamente due Papi, Papa Francesco ed il Papa Emerito Benedetto XVI, 150 cardinali e 700 vescovi, tutti concelebranti.

Sotto il sagrato siederanno invece circa seimila sacerdoti. Sulla destra del sagrato, invece, le 122 delegazioni ufficiali, con ben 24 capi di Stato.

E il 19 ottobre un nuovo importantissimo evento: Paolo VI, il papa della modernità, diventa beato, il Papa che, completando il cammino del Concilio Vaticano II, aperto dal predecessore Giovanni XXIII, tentò di allineare la Chiesa alle esigenze del mondo moderno.

E che, quasi 50 anni fa, creò il Sinodo dei Vescovi, l’importante organo collegiale della Chiesa.

Papa Francesco, ha fortemente voluto che fosse beatificato Paolo VI, «il primo Papa moderno» come lo hanno definito i biografi, quello che più di altri ha aperto le porte della Chiesa alle questioni poste dalla contemporaneità, in un mondo che proprio in quegli anni, tra i ’60 e i ’70 del secolo scorso, conosceva mille sommovimenti e si trasformava definitivamente nell’odierno «villaggio globale».

Ed a queste tre importantissimi Padri della Chiesa moderna abbiamo voluto dedicare l’ultimo numero dell’anno, proponendo i loro luoghi, le loro vie, quei siti dove ancora oggi possiamo respirare aria di santità.

Che il santo Natale ci riporti ai giusti valori di una umanità giusta e condivisa.

Auguri!!!

Maurizio Arturo Boiocchi

Direttore Editoriale